Pier Francesco Garola

Descrizione

Pier Francesco Garola (Giaveno 1638-1716 Roma), Capriccio architettonico con figure, olio su tela, 118 x 150 cm, siglato in basso a sinistra, expertise del professor Sestieri.

Pier Francesco Garola fu attivo dapprima come pittore di corte per la sa di Savoia a Torino, dove realizzò numerosi capricci per i castelli reali di Torino e Stupinigi, prima di andare a Venezia per perfezionare la sua formazione. Giunto a Roma fu accolto in qualità di maestro di “prospettiva” all’Accademia di S. Lucirca A Roma collaborò, nella tradizione di Viviano Codazzi, con Luigi Garzi e con il Ghisolfi. Questo influsso è avvertibile anche nel presente dipinto. L’opera di Garola però per monumentalità e inventività della composizione architettonica già rinvia alla pittura di Pannini.

Pier Francesco Garola (Giaveno 1638-1716 Rome), Architectural Capriccio with figures, oil on canvas, 118 x 150 cm, signed on the lower left, expertise of Professor Sestieri.